Email: [email protected] | Tel: +385 99 8498164

Istria

Istria è geograficamente definita come la penisola, il cui confine settentrionale verso la terraferma rende la linea tra Miljski Bay (Muggia) vicino a Trieste e il punto più settentrionale di preluka, nord-ovest del fiume.
Punto più meridionale, la punta della penisola, rende il capo Kamenjak sud-est di Pola. La penisola istriana è la più grande e la più importante segmentazione costiera oblikjadranske. Centri di gravitè ovest ed est dell’Istria, creato una varietè di forze politiche, economiche e culturale sul terreno istriano per secoli, cosè è l’interpretazione dei flussi storici e cultura notevolmente più complessa le semplici definizioni geografiche. Anche la struttura di morfologicamente diverse unitè geografiche sulla terra istriana contribuisce alla complessitè delle interpretazioni dell’Istria come il uniquness dell’idea geografica.
Istria è separata dalla terraferma da montagne calcaree e montuosi altopiani di tršćanskoga Crassus, Ćićarija e učka montagna. Io sono uno spazio della penisola puè essere diviso in tre zone geomorfologiche completamente diversi.

Il bordo collina nord e nord-est della penisola, a causa della scarsa copertura vegetale e la zona carsica nuda e brillante chiamiamo Istria bianca. Parte di esso, che rende la montagna di Učka, scende ripidamente verso il mare, cosè è una popolazione costiera della costa orientale della penisola istriana è sempre stato rivolto verso il mare e gli affari marittimi e in tempi più recenti e il turismo.

Sud-ovest dell’Istria bianca offre uno spazio che è morfologicamente significativamente più ricco. è una zona collinare intersecata da flussi del fiume e vallate ricche di acqua e vegetazione. Anche se il terreno non è particolarmente fertile, anche se per secoli ha sviluppato la produzione di cereali, frutticoltura, viticoltura e bestiame coltivate e grandi. Come quello spazio è caratterizzato da una vegetazione decidua, c’è nei mesi invernali, il dominante di colore grigio, cosè da lè e il nome dell’Istria grigia. Gli insediamenti sono stati formati qui fin dai tempi preistorici, sulle colline e le creste, che sono dominate dalle valli dei fiumi o campi. Sulla base di numerose fortezze preistoriche, castelli, sostenute sono antiche, e più tardi la medievale, fortificate e in questo spazio e molti villaggi hanno le proprie mura di protezione. Grigio Istria è ugljena, quindi è nella parte sud-orientale, soprattutto nella zona di Arsia e Albona, oggi chiuso mineraria ha avuto una lunga tradizione.

La costa meridionale e occidentale dell’Istria è caratterizzata da un’ampia cintura del pianoro che dolcemente scendono verso il mare. La costa è ben sviluppata con numerose baie e baia più profonda e la foce del fiume NASS. Oltre ad una serie di isole minori, di fronte alla costa da Parenzo e Rovigno nel sud evidenzia l’arcipelago di Brioni. Tutta la zona ha conservato una copertura una terra estremamente rosso, ciè che rende questa regione chiamata Istria rossa. Alla fine è relativamente densamente popolata e lungo la costa dell’Istria occidentale era fatte e importanti città, come Parenzo, Rovigno e Pola, in particolare e una miriade di piccole città, come Umago, Cittanova, Vrsar e Medulin, Fasana.

istra-pulska arena
L’intera costa è marcatamente oggi zona turistica Istria rossa, uno dei più importanti e le zone turistiche più sviluppate della Repubblica di Croazia.

All’interno della terraferma istriana che incontriamo su un terreno prevalentemente collinare, cui colline prominenti sono dominate da piccole città pittoresche. Paesaggio coltivato, terreni coltivati e numerosi vigneti, alberi, boschi e corsi d’acqua sono parte integrante di uno spazio straordinario che molti vengono confrontate con la Toscana.

Le più importanti città e comuni dentro la regione dell’Istria e anche i luoghi con la più grande offerta turistica sono Pola, Pisino, Parenzo, Rovigno, Abbazia, Umago, Cittanova, Labin, Buzet, Motovun e Medulin.

.